NESTA: “GRANDISSIMA PARTITA, PECCATO. MA ABBIAMO RITROVATO LO SPIRITO”

 In Breaking News, Prima squadra

ASCOLI – C’è amarezza nelle parole di Alessandro Nesta nell’immediato dopo gara. Amarezza per la vittoria che mancava da 9 turni, sfumata a 30” dalla fine. Amarezza per quei due punti in più che avrebbero permesso di vedere la classifica da un’altra prospettiva. Amarezza per il modo in cui si è servito sul piatto d’argento il pareggio ad un avversario che non aveva mai trovato sbocchi veri dalle parti di Bardi.

Mister Nesta, quanto fa male prendere il gol del pareggio su un rigore evitabile?

“Peccato perché abbiamo fatto una grandissima partita. I ragazzi hanno tirato fuori l’anima che è una caratteristica di questa squadra e l’hanno messa in campo prima in parità numerica e poi in inferiorità. Siamo stati compatti, pericolosi ma la cosa importante per me è che abbiamo ritrovato lo spirito del Frosinone. Quello che fa dire agli avversari: giocare contro di voi è dura. Mi dispiace tantissimo per i giocatori, meritavano la vittoria dopo un mese complicato nel quale tutti siamo stati in discussione. Ma oggi meritavamo di più”.

Il ritorno all’antico ha fatto rivedere il vero Frosinone. Peccato solo per quell’errore alla fine.

“Come ho detto, lo spirito vero è la nostra arma in più. Ecco, è quello che servirà d’ora in poi”.

La squadra ha giocato con il cuore, la squadra meritava la vittoria. E’ d’accordo?

“Ha giocato con cuore e qualità. Abbiamo avuto delle occasioni. E’ stata una partita sporcata dall’espulsione ma a me è piaciuto il cuore ed anche qualche giocata di qualità nel primo tempo”.

Dopo l’espulsione la squadra si è compattata e stava controllando bene l’Ascoli. L’ingenuità del fallo che è costato il rigore quanto può pesare in prospettiva?

“Niente, si volta sempre pagina. Si gioca ogni 3 giorni, siamo praticamente dentro il frullatore. La analizziamo e la dobbiamo dimenticare perché si gioca sempre”.

Dopo la beffa di oggi nel finale con che spirito affronterete la trasferta di Chiavari? C’è ancora più fame di vittoria?

“Sicuramente con la consapevolezza che ci siamo ritrovati perché c’eravamo un po’ persi. Questa è una cosa positiva. Andiamo a Chiavari, dobbiamo riacquistare un po’ di forze, stasera abbiamo speso tanto. Il primo obiettivo è rimettere a posto le gambe perché lo spirito è quello giusto”.

Dionisi fa il suo centesimo gol al Frosinone e cambia il destino di una partita e forse di un campionato.  Il calcio a volte scrive strane pagine di storia.

“Ha segnato il rigore, ha fatto quello che doveva fare. Se lo batteva un altro ci avrebbe fatto gol lo stesso magari. Nessun problema”.

 

Articoli Recenti